I membri di Gasthaus

Alessandro Angeli

Nasce a Bergamo nel 1964. Il suo percorso fotografico nasce e si alimenta nelle passioni. Quella per i viaggi in primo luogo, che si intreccia a quella per la pittura, con uno sguardo attento agli artisti che hanno sviluppato grande ricerca nei confronti della luce e per quelli che hanno percorso i sentieri dell’astrattismo. Partecipando a corsi e workshop negli anni ha cercato di migliorare la base tecnica fotografica, ma sempre cercando di non restare troppo ancorato a dogmi stilistici. Alessandro si riconosce nella fotografia concettuale e minimalista, nella fotografia di architettura e in quella di paesaggio rivolto ai grandi spazi. Grande ispirazione vieni quindi tratta dai fotografi Italiani come Gabriele Basilico, Mario Giacomelli e Franco Fontana e da tanti meno noti alla ribalta internazionale, con una particolare predilezione verso la scena giapponese. Per Alessandro l’artista di riferimento principale in ambito fotografico è Luigi Ghirri.

Michela Cassina

Michela Cassina nasce ad Alzano Lombardo il 16 maggio 1977. Si dedica alla fotografia, pur ammirandola sin dall’infanzia, solo dal 2006, anno in cui acquista la sua prima reflex digitale e si iscrive al Circolo Fotografico Marianese. Predilige la fotografia in bianco e nero ed è affascinata dai più svariati generi fotografici: da quelli più “classici” a quelli “sperimentali”. Per lei il mezzo fotografico non ricopre un ruolo primario nel raggiungimento del risultato: che sia una fotocamera digitale, analogica, una compatta oppure uno smartphone non è rilevante, conta solo ciò che si riesce a comunicare. Una citazione che sente sua è La macchina fotografica è uno strumento semplice, anche il più stupido può usarla, la sfida consiste nel creare attraverso di essa quella combinazione tra verità e bellezza chiamata arte. E’ una ricerca soprattutto spirituale. Cerco verità e bellezza nella trasparenza d’una foglia d’autunno, nella forma perfetta di una chiocciola sulla spiaggia, nella curva d’una schiena femminile, nella consistenza d’un vecchio tronco d’albero e anche in altre sfuggenti forme della realtà.
(Isabel Allende, Ritratto in seppia, 2001).

www.michelacassina.it

 

Cristian Gelpi

Nasce a Bergamo nel 1978. Pensa e progetta con consapevolezza dopo aver partecipato ad un workshop con Franco Fontana nel 2016, con il quale ha avuto la possibilità di partecipare più volte alle collettive Franco Fontana e quelli di Franco Fontana. Le sue immagini sono state pubblicate ed esposte in Italia e all’estero (Berlino, Tokyo, New York). Attualmente il suo lavoro si fonda sulla scelta di usare esclusivamente il formato quadrato, che gli permette di usare la fotografia come un contenitore dove inserire un proprio vedere e un proprio sentire il colore. Nei nudi Cristian ricerca le luci e le atmosfere del periodo romantico. Nei paesaggi, le atmosfere e i colori di Edward Hopper.

www.cristiangelpi.it

 

Battista Giupponi

Nasce a San Pellegrino Terme nel 1966. A venticinque anni si avvicina alla fotografia da autodidatta e la macchina fotografica diventa sua compagna inseparabile durante le uscite di trekking e di scialpinismo. I suoi scatti guidati dalla passione per il territorio, la cultura e la tradizione bergamasca trovano spazio in alcuni quotidiani, riviste e libri. Dopo un vuoto di diversi anni decide di mettersi completamente in discussione e di dedicarsi allo studio di vari generi e autori. Attualmente cerca di esprimere con visione personale ritrattistica, paesaggistica e mondo interiore.

Instagram

 

Mirko Lamonaca

Nato a Milano nel 1976, Mirko Lamonaca vive e lavora a Bergamo. Partendo dalla pittura, nel 2008 trova nella Staged Photography il mezzo ideale per rappresentare soggetti realizzati con miniature e set costruiti a mano. Temi dei lavori sono musei e città immaginarie, oltre a Catàbasis, una ricerca sull’immaginario dell’oltretomba, progetto che gli è valso il primo premio al Riaperture Festival Fotografico di Ferrara nel 2018. Un interesse aperto ed eclettico porta Mirko ad interessarsi di Lomografia, ambito che sperimenta in maniera consistente nel 2016 in occasione di un workshop con Franco Fontana, che lo chiama ad esporre con sé in diverse occasioni. Suoi lavori sono stati pubblicati su vari magazine ed esposti in Italia (Milano, Roma, Brescia, Ferrara, Genova), Europa (Berlino, Bruxelles) e India (Hyderabad).

www.mirkolamonaca.it

 

Fabrizio Maestroni

Nasce a Bergamo nel 1976. Per approfondire il proprio interesse per la fotografia dal 2010 frequenta corsi avanzati e workshop con affermati fotografi (tra cui Franco Fontana, Eolo Perfido, Vittore Buzzi, Gabriele Lopez). Nel corso degli anni la passione si focalizza sempre più verso la Street Photography, la fotografia in strada fatta in modo diretto e istintivo con un utilizzo minimale di attrezzatura. Tra i fotografi che lo ispirano vi sono Daidō Moriyama, Mario Giacomelli, Alex Webb, Trent Parke, Saul Leiter. A Fabrizio piace anche sorseggiare del buon vino e strimpellare la chitarra.

Instagram

Angelo Maffi

Nasce a Bergamo nel 1973. Si avvicina tardi alla fotografia, solo trentenne, passando, come capita a molti, dal ritenere la fotografia esclusivamente come copia della realtà dello stato fisico della materia per poi giungere a comprenderne il valore come mezzo di espressione artistica e personale.

Un percorso iniziato lentamente che vede nel confronto con altri autori del progetto Gasthaus l’occasione per mettere alla prova se stesso e la sua visione delle cose.

Sara Piovanotto

Nasce a Bergamo nel 1980. Da sempre fa dell’immagine il motore del suo interesse e una parte fondamentale del proprio lavoro. Da una formazione sulla percezione visiva alla curiosità verso alcuni artisti e alcune tecniche grafico-pittoriche, alla traduzione dell’immagine nel movimento o come stimolo nel lavoro sul corpo. Sara Si avvicina alla fotografia nel 2015 quando inizia a studiare la metodica del fotolinguaggio e si lascia incuriosire dalla macchina fotografica nel 2016. Inizia così a studiare autori quali Abelardo Morell, Francesca Woodman, Francesca Della Toffola, Duane Michals e a ricercare un modo personale di esprimersi attraverso la fotografia. Per questo nel 2018 segue un workshop di fotografia creativa con Franco Fontana.